Cappella Brancacci - Cappella Brancacci Firenze - Firenze Cappella Brancacci - Brancacci - Cappelle Firenze


Hotel a Firenze

HOTEL A FIRENZE

| Home Page | Aggiungi ai preferiti
Firenze Firenze - Piazza del Duomo Firenze Ponte Vecchio Firenze - David di Michelangelo Firenze - Palazzo Vecchio Firenze - Santa Maria Novella Giardino di Boboli a Firenze


CAPPELLA BRANCACCI


Cappella Brancacci: la nascita del Rinascimento

Cappella BrancacciLa Cappella Brancacci è situata nella chiesa di Santa Maria del Carmine a Cappella Brancacci: Cacciata dei progenitori di MasaccioFirenze e la sua decorazione è dovuta a Felice Brancacci, mercante di seta genero di Palla Strozzi, che nel 1424 commissionò gli affreschi ai pittori Masolino da Panicale e Tommano Cassai detto Masaccio. Sulla volta della Cappella Brancacci erano affrescati i quattro Evangelisti e sotto di essi su tre registri si potevano ammirare le storie di San Pietro, per varie vicissitudini le decorazioni furono portate a termine nel 1481 da Filippino Lippi. Dalle sinopie rinvenute possiamo distinguere le varie mani che lavorarono sulle pareti della Cappella Brancacci, sappiamo infatti che Masolino e Masaccio lavorarono sullo stesso ponteggio eseguendo le storie l'uno sulla parete laterale e l'altro su quella di fondo e viceversa. In tutta la Cappella Brancacci la monumentalità rinascimentale di Masaccio si contrappone al gotico cortese di Masolino, si nota mettendo a confronto La cacciata dei progenitori del primo con Il peccato originale del secondo. Vi consigliamo di porre particolare attenzione agli affreschi: Il Tributo, La distribuzione dei beni e San Pietro risana gli infermi con la propria ombra, tutti di Masaccio; questo pittore alle prime armi già dimostra un'attenzione particolare al reale, alla vita quotidiana; gli affreschi della Cappella Brancacci sono di notevole importanza proprio perchè attualiazzano la storia sacra e l'avvicinano allo spettatore.

Cappella Brancacci: Il peccato Originale di MasolinoDal XII secolo vengono scritte numerose Biblia pauperum, ovvero delle bibbie di grandi dimensioni che venivano poste al centro dell'altare e all'interno di esse si Cappella Brancacci: il Tributo di Masacciopotevano osservare delle raffigurazioni esplicative per gli analfabeti, Massaccio prende spunto da queste per poter raccontare la Bibbia a chi non sapeva leggere o comunque non poteva permettersi di acquistare una bibbia (ricordiamoci che i libri costavano quanto una macchina dei nostri tempi!).
Gli ambienti in cui si svolgono le vicende della vita di San Pietro sono la Firenze quattrocentesca, la si riconosce dagli scenari urbani e dagli abiti dei personaggi con copricapi e mantelli di moda in quel periodo.
L'iconografia di tutta l'opera va analizzata tenendo di conto che siamo in un'epoca di poco posteriore al Grande Scisma, in una città come Firenze che tenta un avvicinamento politico con il Papato per combattere i Visconti; e quindi le storie di San Pietro, primo papa e quindi capo assoluto della Chiesa, vengono narrate per riconoscere la supremazia papale.

Informazioni Utili:
Cappella Brancacci – Chiesa Santa Maria del Carmine
P.zza del Carmine
Tel. 055 2382195
Orario: feriale 10-17 festivo 13-17
Chiuso il martedì.
Biglietto d'ingresso: Euro 4,00; ridotto Euro 3,00.

 

24/07/2017 04:44:40 | La riproduzione anche parziale di questo sito è Vietata | Contatti Hotel Firenze Contatti