Cappella de Pazzi - Cappella de Pazzi Firenze - Firenze Cappella de Pazzi - Cappella de Pazzi in Firenze


Hotel a Firenze

HOTEL A FIRENZE

| Home Page | Aggiungi ai preferiti
Firenze Firenze - Piazza del Duomo Firenze Ponte Vecchio Firenze - David di Michelangelo Firenze - Palazzo Vecchio Firenze - Santa Maria Novella Giardino di Boboli a Firenze


CAPPELLA DE' PAZZI


Chiostri di Santa Croce e Museo dell'Opera di Santa Croce

Cappella dé Pazzi: EsternoNel 1429 i Pazzi, una famiglia benestante della Firenze del '400, promise ai frati francescani della Basilica di Santa Croce di costruire una sala capitolare con una cappella dove sarebbero stati sepolti i membri della famiglia. La costruzione della Cappella de' Pazzi inizia nel 1433 e termina nel 1461, l'architetto commissionato dalla Famiglia Pazzi fu Filippo Brunelleschi (architetto dello Spedale degli Innocenti e della Cupola di Santa Maria del Fiore).

Per la costruzione della Cappella dei Pazzi l'architetto Filippo Brunelleschi decise di adottare una pianta quadrata, ricoprirla con una cupola a ombrello sugli archi e due brevi ali sormontate da volte a botte. All'interno della Cappella de' Pazzi possiamo ammirare le membrature grigie in pietra serena che spiccano sulle pareti intonacate, formate da paraste verticali e delimitate dalla trabeazione orizzontale. La struttura architettonica della Cappella de' Pazzi nella Basilica di Santa Croce è evidenziata grazie alle cornici e alle modanature scure, in forte contrasto con il fondo bianco delle pareti. Tra le lesene di ordine corinzio delle pareti sono inseriti sono i Tondi con i rilievi in terracotta smaltata di Luca della Robbia e rappresentanti i Quattro Evangelisti, raffigurati ciascuno nell'atto di scrivere i Sacri Vangeli ed accompagnati dagli elementi simbolici che li caratterizzano nell'iconografia cristiana:

Cappella dé Pazzi: I quattro Evangelisti di Luca della Robbia

Marco da un leone perché esordisce con la figura del Battista che "grida nel deserto" con voce potente come quella del leone; Matteo dall'angelo perché il suo Vangelo inizia con l'Incarnazione; Giovanni dall'aquila, l'uccello che vola più in alto nel cielo e per questo ha una visione di Dio più vicina ed infine Luca dal toro, in genere usato come animale sacrificale, perché il suo Vangelo inizia con il sacrificio del sacerdote Zaccaria.
La Cappella de' Pazzi fu teminata nel 1461, e come detto in precedenza dove fungere da dimora sepolcrale alla Famiglia committente, ma fonti attestano che nel 1478, anno della congiura dei Pazzi, l'esterno della Cappella non fosse ancora ultimato e che nessun membro della famiglia vi è mai stato sepolto.

Per esterno della Cappella si intende il bellissimo chiostro che introduce ad essa e che si trova sul lato destro della facciata della Basilica di Santa Croce. Sul lato destro della facciata possiamo ammirare le statue di Dio Padre seduto di Baccio Bandinelli e quella del Guerriero bronzeo di Henry Moore. Consigliamo di visitare anche il Refettorio trecentesco dove é conservato il Crocifisso del Cimabue, restaurato ed in parte ricostruito dopo l'alluvione che colpì Firenze nel 1966; ed il grande affresco di Taddeo Gaddi con l’albero della croce e l’ultima cena.

Cappella dé Pazzi: Interno
Informazioni utili:
Cappella de' Pazzi – Basilica di Santa Croce
p.zza Santa Croce, 16 - Firenze
Tel-fax: 055.2466105
Orario di apertura: Feriali h 9.30 - 17.30 Festivi h 13.00 - 17.30
Prezzo del biglietto: intero 3 €, ridotto 2 €(ragazzi 11-18 anni; gruppi con numero di unità maggiore di 15)gratis: residenti, disabili, minori di 11 anni.Il biglietto è unico e vale per la visita alla Basilica, alla Cappella Pazzi, al Museo ed ai Chiostri.
Accesso per i disabili.







 

24/09/2017 08:41:09 | La riproduzione anche parziale di questo sito è Vietata | Contatti Hotel Firenze Contatti