Palazzo Pitti - Palazzo Pitti Firenze - Firenze Palazzo Pitti - Palazzo Pitti Galleria d'arte Moderna - Palazzo Pitti Museo delle Ceramiche - Palazzo Pitti Museo degli Argenti


Hotel a Firenze

HOTEL A FIRENZE

| Home Page | Aggiungi ai preferiti
Firenze Firenze - Piazza del Duomo Firenze Ponte Vecchio Firenze - David di Michelangelo Firenze - Palazzo Vecchio Firenze - Santa Maria Novella Giardino di Boboli a Firenze


PALAZZO PITTI A FIRENZE


Palazzo Pitti: La sede della Galleria Palatina, Galleria d'arte Moderna, il Museo degli Argenti, la Galleria del Costume ed il Museo delle Porcellane

Palazzo Pitti fu costruito nel XIII secolo per volere del ricco mercante fiorentino Luca Pitti. Nel 1550 la famiglia Medici acquistò l’intera proprietà del Pitti e vi si trasferì durante i lavori di restauro a Palazzo Vecchio, così denominato perché vecchia dimora medicea.
Accanto a Palazzo Pitti è situato il rinomato Giardino di Boboli, questo fu ampliato dalla Famiglia Medici ed ornato con grotte, fontane e statue che per nostra fortuna si sono conservate integre nei secoli. Nel 1737 Palazzo Pitti fu ceduto alla famiglia dei Lorena, che vi rimase fino al 1859, quando fu donato ai Reali Savoia e nel 1919 allo Stato Italiano.



Periodo Mediceo: I Medici decisero di apportare delle modifiche al Giardino di Boboli ed affidarono il compito allo scultorePalazzo Pitti: Le quattro età dell'uomo di Pietro da Cortona ed architetto Niccolò Pericoli detto il Tribolo. Gli interventi eseguiti furono: la costruzione della Grotticina di Madama ad opera di Davide Fortini e Marco del Tasso e la Grotta Grande di Bartolomeo Ammannati e Bernardo Buontalenti. Bartolomeo Ammannati si occupò anche dell’ampliamento di Palazzo Pitti, costruendo due ali perpendicolari all'edificio originario per venire incontro alle esigente della famiglia committente.
Con il Granduca Ferdinando I dei Medici Palazzo Pitti divenne la residenza ufficiale dei Medici, questo comportò delle modifiche estetiche degli interni; ovviamente essendo i Granduchi di Toscana ed i maggiori committenti rinascimentali non potevano vivere in un edificio spoglio di opere d’arte. Furono ingaggiati per le decorazioni pittori come Bernardino Poccetti, Alessandro Allori, il Cigoli, il Passignano, Michelangelo Cinganelli e Cosimo Lotti. Il Granduca Cosimo II nel 1618 fece apportare ulteriori modifiche a Palazzo Pitti. In questo periodo l’architetto Giulio Parigi prolungò la facciata, portandola alle dimensioni attuali. Il Granduca Ferdinando II va ricordato per l’apporto di impareggiabili cicli decorativi nelle sale terrene dell'Udienza e per gli affreschi eseguiti nell'appartamento di rappresentanza ad opera di Pietro da Cortona che rappresentano le Quattro età dell’uomo.

Periodo Lorena: Nel 1737 la famiglia Medici cade in disgrazia e le potenze europee affidano al casato di Lorena il Granducato di Toscana. La sorella del nuovo Granduca Francesco Stefano di Lorena, l'Elettrice Palatina Anna Maria Luisa,Palazzo Pitti: Sala Bianca nel 1742 emise il Patto di Famiglia, con il quale si dichiarava che i beni provenienti dai Medici non dovessero uscire dai confini del granducato:
“La Serenissima Elettrice cede, da e trasferisce al presente a S.A.R. per lui e i suoi successori Gran Duchi tutti i mobili, effetti e rarità della successione del Serenissimo Gran Duca suo fratello, come Gallerie, Quadri, Statue, Biblioteche, Gioie ed altre cose preziose, siccome le sante reliquie, che S.A.R. si impegna a conservare, a condizione espressa che di quello che è per ornamento dello Stato, per utilità del pubblico e per attirare la curiosità dei Forestieri, non ne sarà nulla trasportato e levato fuori dalla Capitale e dello Stato del Gran Ducato”
Noi che dopo secoli possiamo ammirare queste opere, non possiamo che non ringraziarla per questo editto.
Pietro Leopoldo di Lorena destinò a residenza granducale gli appartamenti dell'ala destra di Palazzo Pitti, fu costruito il Gabinetto Tondo, la Sala Bianca e nel 1783 Niccolò Gaspero Paoletti iniziò la costruzione della Palazzina della Meridiana. Il Granduca Ferdinando III decise di apportare delle modiche al secondo piano di Palazzo Pitti, con la costruzione del Quartiere d'Inverno. In seguito furono realizzate la Nuova Scala Secondaria ed il Quartiere Nuovo Palatino al secondo piano.

Periodo Savoia: Nel 1861 il Granducato di Toscana fu ammesso al nuovo Regno d'Italia, in questo periodo a Palazzo Pitti vivevano i Reali di Savoia. Questi fecero costruire un nuovo scalone di accesso alla Galleria Palatina dal Giardino di Boboli ad opera di Luigi del Moro e si concentrarono sul restyling degli arredi e delle tappezzerie.
Palazzo Pitti racchiude al suo interno cinque dei più preziosi Musei di Firenze:Palazzo Pitti: Madonna del Baldacchino di Raffaello
- La Galleria Palatina
- La Galleria d’arte Moderna
- Il Museo degli Argenti
- La Galleria del Costume
- Il Museo delle Porcellane

La Galleria Palatina
La Galleria Palatina è situata nell'ala sinistra di Palazzo Pitti, fu creata nel XVIII secolo dai Granduchi di Lorena per esporre le opere d’arte tramandate dai Medici. Qui possiamo ammirae opere d’arte di: Raffaello (Madonna del Baldacchino), Tiziano, Caravaggio, Rubens, Pietro da Cortona e di altri maestri italiani ed europei del Rinascimento e del Seicento.

Informazioni utili Galleria Palatina – Palazzo Pitti:
Piazza Pitti
Orario: da martedì a domenica ore 8:15-18:50
Chiusura: tutti i lunedì; Capodanno, 1° maggio, Natale
Biglietto intero: 6,50€, Biglietto ridotto: 3,25€, Prenotazione: 3,00€
Informazioni e Prenotazioni Tel: 055 294883

La Galleria d'arte moderna
La Galleria d’arte moderna è situata al secondo piano di Palazzo Pitti, qui possiamo ammirare la straordinaria raccolta dei Macchiaioli ed opere composte all’inizio del Novecento.

Informazioni utili Galleria d’arte Moderna – Palazzo Pitti:
Piazza Pitti
Orario: da martedì a domenica ore 8:15-13:50
Chiusura: 1°, 3°, 5° lunedì del mese; 2a e 4a domenica del mese. Capodanno, 1° maggio, Natale. Biglietto intero: 5,00€, Biglietto ridotto: 2,50€, Prenotazione: 3,00€
Informazioni e Prenotazioni Tel: 055 294883

Il Museo degli Argenti
Il Museo degli argenti è situato al pian terreno di Palazzo Pitti ed occupa gli ambienti, al tempo dei Medici queste stanze Palazzo Pitti: Museo degli Argenti facevano parte dell'Appartamento d'Estate. Qui è conservato il Tesoro dei Medici, questo consiste in una ricca collezione di vasi in pietre dure di Lorenzo il Magnifico, cammei e intagli di Cosimo I, cristalli di rocca di Francesco I, ambre di Maria Maddalena d'Austria, vasi in avorio di Mattias de' Medici e la collezione di gioielli di Anna Maria Luisa Elettrice Palatina.

Informazioni utili Museo degli Argenti – Palazzo Pitti:
Piazza Pitti
Orario: da lunedì a domenica ore 8:15-18:50
Chiusura: 1°, 3°, 5° lunedì del mese; 2a e 4a domenica del mese. Capodanno, 1° maggio, Natale. Biglietto intero: 4,00€, Biglietto ridotto: 2,00€, Prenotazione: 3,00€
Informazioni e Prenotazioni Tel: 055 294883

La Galleria del Costume
La Galleria del Costume è situata nella Palazzina della Meridiana di Palazzo Pitti. Qui sono conservati seimila esemplari di abiti antichi, costumi teatrali e accessori. Importante collezione che ci mostra l’evoluzione dell’abito a partire dal ‘700 al ‘900.

Informazioni utili Galleria del Costume – Palazzo Pitti:
Piazza Pitti
Orario: da lunedì a domenica ore 8:15-13:50
Chiusura: 1°, 3°, 5° lunedì del mese; 2a e 4a domenica del mese. Capodanno, 1° maggio, Natale. Biglietto intero: 5,00€, Biglietto ridotto: 2,50€, Prenotazione: 3,00€
Informazioni e Prenotazioni Tel: 055 294883
Indirizzo
Piazza Pitti 1, 50125 Firenze

Il Museo delle Porcellane
Il Museo delle Porcellane di Palazzo Pitti è situato sulla sommità del Giardino di Boboli. Qui sono custodite le porcellane collezionate nel corso dei secoli dalle famiglie dei Medici, dei Lorena, dei Borbone-Parma e dei Savoia. Palazzo Pitti: particolare del Museo delle Porcellane
Preghiamo di prestare particolare attenzione ai preziosi serviti all'etrusca e all'egiziana della Real Fabbrica di Napoli, le raffinate porcellane di Sèvres come il servito per Elisa Baciocchi donato da Napoleone e l'alzata per ostriche dei Borbone-Parma.

Informazioni utili Museo delle Porcellane – Palazzo Pitti:
Piazza Pitti
Orario di visita
Da lunedì a domenica:
Ore 8:15 –16:30 nei mesi di novembre, dicembre, gennaio, febbraio
Ore 8:15 –17:30 nei mesi di marzo, ottobre
Ore 8:15 –18:30 nei mesi di aprile, maggio, settembre
Ore 8:15 –19:30 nei mesi di giugno, luglio, agosto
Chiusura: primo e ultimo lunedì del mese, Capodanno, 1° maggio, Natale.
Biglietto intero: 4,00€, Biglietto ridotto: 2,00€, Prenotazione: 3,00€
Informazioni e Prenotazioni Tel: 055 294883

21/11/2017 10:51:22 | La riproduzione anche parziale di questo sito è Vietata | Contatti Hotel Firenze Contatti